Prevenire l’ictus cerebrale con Far.com e l’Associazione ALICE si può

L’ictus cerebrale è causato dellimprovvisa chiusura o rottura di un vaso cerebrale e dal conseguente danno alle cellule cerebrali dovuto alla mancanza dell’ossigeno e dei nutrimenti portati dal sangue (ischemia) o alla compressione dovuta al sangue uscito dal vaso (emorragia cerebrale). Rappresenta la terza causa di morte e la prima causa assoluta di disabilità. Sono 200.000 i nuovi casi ogni anno, Il 10-20% delle persone colpite da ICTUS per la prima volta muore entro un mese ed un altro 10% entro il primo anno.

Fra le restanti, circa un terzo sopravvive con un grado di disabilità spesso elevato, tanto da renderle non autonome; un terzo circa presenta un grado di disabilità lieve o moderata che gli permette spesso di tornare al proprio domicilio in modo parzialmente autonomo e un terzo, torna autonomo al proprio domicilio.

Purtroppo alcuni fattori di rischio non sono modificabili come l’età, il sesso l’ereditarietà ma su altri si può intervenire adottando corretti stili di vita e, soprattutto, con la prevenzione.

L’Associazione A.L.I.C.E. presieduta dal Dr. Gino Volpi direttore U.O. di neurologia dell’ospedale San Jacopo, da anni è attiva e opera sul nostro territorio proprio per diffondere questo messaggio di prevenzione e quest’anno, insieme alle Farmacie Comunali Pistoiesi, ha realizzato un nuovo progetto che unisce prevenzione e informazione.

E così martedì 4 dicembre, a partire dalle ore 15, i volontari di A.L.I.C.E saranno presenti presso la Farmacia Comunale n°1 di Pistoia per effettuare gratuitamente ecocolor doppler carotideo e misurazione della pressione arteriosa con valutazione della fibrillazione atriale, fornendo ai cittadini tutte le informazioni utili su questa patologia. Inoltre, grazie al contributo di Far.Com è stato realizzato un vademecum destinato ai bambini, che sarà distribuito agli alunni delle classi terze delle scuole primarie affinchè, insieme alle loro famiglie, riescano a comprendere i sintomi e i segnali legati all’insorgenza di ictus.

Il progetto si concluderà a febbraio con altre due giornate di prevenzione sempre presso la farmacia comunale n°1 e con la distribuzione di un volumetto questa volta destinato ai ragazzi delle scuole superiori.

“lo scopo primario di ALICE” – dichiara il Dott. Volpi – “è riuscire a rendere sempre più efficace il collegamento tra territorio e ospedale con le attività proprie dell’Associazione che sono quelle di informazione e prevenzione sul territorio, nelle scuole e in tutti i luoghi di aggregazione popolare. In questa ottica importante è il contributo che ci offrono le farmacie comunali in grado come sono di fornire alta capacità di comunicazione e partecipazione.”

“Il progetto presentato dal Dott. Volpi ha ricevuto il contributo delle farmacie comunali”  -chiarisce l’Amministratore Unico Alessio Poli- “in quanto consente di svolgere una prevenzione attiva su più livelli: direttamente in farmacia con visite gratuite alla cittadinanza e nelle scuole con la partecipazione anche delle famiglie. Quest’anno è stato
caratterizzato da una crescita esponenziale delle attività di prevenzione promosse da Far.com e portate avanti con l’aiuto delle associazioni di volontariato. Per questo abbiamo deciso di mettere a sistema le esperienze maturate, realizzando un calendario che verrà donato gratuitamente ai
cittadini nel mese di dicembre.”

Una attività di prevenzione ogni mese per una migliore qualità della vita.